LOUPSIFERIO AND THE MYTH OF TIME HORSES

DE LUPSIFERIO

Gran fortuna a Lupsiferio Lui-che-nasconde-la-luce, Oriente li avea portà cavali de li più preciosi.

E questi eran nobile stirpe, bianchi tutti et occhio chiaro.

E questi si eran estraordinari, solo latte bevean.

Mago era lui et li amava assai e cum orgoglio tut’i di’ li visitava.

Fu jorno che Missral De L’Ultimo Embracio

da Oriente nuvella al Mago porto’, che Uno cavallo tra tutti era più precioso che mai fusse veduto.

Et esto animale chiamato era Tempo, immortale era

e d’esser potea nell’avanti e nell’addietro.

Unico ma pariglio a tut’ li fratelli suoi, tutti eran de la misma sembianza.

E fu che Lu Mago i-Che-La Luce-Nasconde li Uomini Specchi chiamava allora, ché essi erano sui servi e suldà,

Et a li servi sui demando’ d’ uccider li cavali tutti, ché solo el Tempo restasse, perchè immortale.

Da lui mesmo nlo potea, pel troppo amore che portava a li animali sui.

Cosi’ fu. Cosi’ el Tempo fu trovà.

Gran carnaio erasi fatto.

Punitione decisa pel Mago Lupo esser dovea, si e siempre

sinza posa ello sentia la voce de li animali sui che morte avean trovato.

E si quando Lupsiferio el Mago es, puri el son de li cavali es.

LOUPSIFERIO'S HORSES - VILLE INVISIBLE
00:00 / 00:00
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now